• Uno sguardo sulla giornata del 4 maggio a Berna ed in altre città della Svizzera romanda


  • Lunedì 4 maggio, una mini delegazione è partita in per Berna per consegnare l'appello e le 53.000 firme ai parlamentari. Dopo qualche foto simbolica scattata davanti al Palazzo Federale, abbiamo tentato di prendere contatto con il presidente del Consiglio Nazionale e del Consiglio degli Stati a Bernexpo, dove si riuniva il Parlamento. Sebbene avessimo proposto un breve incontro davanti a Bernexpo a mezzogiorno con i Presidenti delle camere (rispettando tutte le misure sanitarie), siamo stati accolti da degli agenti di polizia. Quest’ultimi, ci hanno vietato di esporre i nostri striscioni ed hanno proceduto ad un controllo dell’identità, minacciandoci di multa. Nonostante tutto, abbiamo avuto il piacere di incontrare due deputate al Parlamento, e la stampa, presente sul posto, ha trasmesso la nostra iniziativa. Continuiamo a domandare un’apertura, dell’ascolto e delle azioni concrete.

    Foto: Christophe Chammartin, Pierre-Yves Massot

    Lunedì, 4 maggio 2020, ore 10:00 Palazzo Federale
    Apertura degli striscioni sulla Piazza Federale



    11:00-12:30 - Bernexpo
    Aspettando invano i Presidenti delle due camere.




    12:30 - Bernexpo
    Una prima occasione! Due parlamentari sono venute ad incontrarci. Una prima occasione, un primo momento di dialogo che siamo convinti sia solo l'inizio.




    10:00-12:30
    Lettura dell’Appello nelle tre lingue nazionali


    12:00 in città e in campagna
    L'appello del 4 maggio è stato accolto da centinaia di persone in diverse città, tra cui Ginevra, Bienne, La Chaux-de-Fonds, Losanna, Yverdon e Sion.







    L'Appello del 4 maggio e le sue quasi 60’000 firme sono state inviate al Parlamento svizzero il 5 giugno 2020.



    Potete continuare a sostenere, commentare o ricevere le ultime notizie dall'Appello compilando il modulo che troverete qui di seguito.

    Ed ora… Abbiamo preso contatto con diversi gruppi ed associazioni che promuovono iniziative con valori simili a quelli difesi dall’Appello del 4 maggio. Attraverso una riflessione comune, stiamo cercando di definire delle azioni concrete ed efficaci per evitare un ritorno all’anormalità. Se siete interessati a partecipare alla riflessione, potete inviarci un e-mail.

    Vi terremo al corrente sull’evoluzione di questo lavoro e vi forniremo delle proposte concrete per poter creare il mondo di domani, che speriamo possa sorgere il più presto possibile…